Tra crisi e ripresa: III-IV secolo

Settimio Severo (193 – 211 d.C.) fu costretto, per difendere i confini dell’impero, ad aumentare il numero delle legioni, arruolando sia provinciali che Barbari. Questa decisione ebbe gravi conseguenze per Roma: maggiori spese per sostenere l’esercito, allontanamento di persone dai campi e conseguente crisi dell’agricoltura, importanza eccessiva dell’esercito. Nel III secolo si accentuarono i problemi che già si erano rivelati … Continua a leggere

L’Impero romano all’apice della sua potenza

I primi due secoli dell’impero furono un’epoca di prosperità. Roma esportò dappertutto la sua civiltà. La “romanizzazione” lasciò ovunque tracce profonde che ancora oggi sono rinvenibili. Queste le caratteristiche più evidenti: il latino divenne la lingua ufficiale dell’impero; dovunque si utilizzava lo stesso sistema monetario; il Mediterraneo venne controllato dai Romani e chiamato “mare nostrum”; per le comunicazioni fu realizzato … Continua a leggere

Gli imperatori del I e del II secolo

Gli imperatori del I e del II secolo Gli imperatori successivi ad Ottaviano accentuarono il carattere autoritario del loro potere. Il primo successore fu Tiberio che fu un buon amministratore. Invece il successore di Tiberio, Caligola, fu un pazzo sanguinario che fu ucciso dalle stesse sue truppe. Claudio regnò con buon senso e costruì opere di pubblica utilità. Egli morì … Continua a leggere

Ottaviano Augusto

Dopo aver sconfitto Antonio, Ottaviano rimase l’unico padrone di Roma. Finite le guerre, però sarebbe dovuto ritornare un normale cittadino. Egli capì che la gente era stanca di un secolo di guerra e che non doveva imporsi con prepotenza. Infatti della sua politica seguì quattro strade: 1) mantenne ben saldo il comando dell’esercito; 2) mantenne il controllo del Senato, dove … Continua a leggere

La crisi della repubblica

Tutte le conquiste di Roma avevano portato nella città molte ricchezze, di cui avevano beneficiato solamente i generali vittoriosi, i commercianti e le persone ricche. Invece la gran parte dei contadini era ridotta in miseria, perché aveva dovuto abbandonare i campi per partecipare alle guerre. Nel 133 a.C. il nobile Tiberio Gracco fu eletto tribuno della plebe e tentò una … Continua a leggere

Roma conquista il Mediterraneo

Roma era ormai padrona dell’Italia, quando incominciò ad interessarsi anche della Sicilia, che è una terra ricca e fertile in parte controllata da Cartagine, città fondata dai Fenici sulle coste dell’attuale Tunisia. Roma quindi non poteva sopportare che di fronte a lei ci fosse una città così ricca e potente. La prima guerra punica iniziò nel 264 a.C., quando i … Continua a leggere

Roma conquista l’Italia

 Partendo dal 500 a.C., in poco più di due secoli Roma conquistò gran parte della penisola italica. Tra il 500 e il 350 a.C. Roma sconfisse gli Etruschi e conquistò il Lazio. Verso il 390 a.C. i Galli invasero e saccheggiarono Roma. Tra il 350 e il 300 a.C., dopo sanguinose guerre con le popolazioni locali, Roma conquistò quella che … Continua a leggere

Le origini di Roma

Già  dall’800 a.C. in quella regione che oggi chiamiamo Lazio esistevano sulle sponde del fiume Tevere gruppi di pastori. In mezzo al fiume c’era l’isola Tiberina che facilitava il passaggio da una parte all’altra del fiume. In questo posto si intensificarono i commerci e quindi sorsero vari villaggi formati da povere capanne. Da questo nucleo nacque Roma. Essa dunque non … Continua a leggere

L’Italia antica e gli Etruschi

La storia antica dell’Italia  è poco conosciuta. Si possono comunque dare alcuni dati sicuri: verso il 6000 a.C. comparvero le prime forme di agricoltura e di allevamento; verso il 4000 a.C. si diffuse la lavorazione del rame; verso il 2500 a.C. si diffuse la lavorazione del bronzo; intorno al 900 a.C. si imparò l’uso del ferro e si costruirono le … Continua a leggere

Roma: dove e quando

Considerato il territorio della penisola italiana, si poteva prevedere per questa terra uno sviluppo storico simile a quello della Grecia, ma non fu così. La Grecia ebbe una serie di città fiorenti ma ognuna indipendente dalle altre, invece Roma fu capace di unificare tutta la penisola creando uno Stato forte ed organizzato. La Grecia ebbe una storia essenzialmente dominata dal mare, invece … Continua a leggere